728 x 90

Gocce di memoria

Gocce di memoria

Erano le 19:35 del 23 novembre 1980 quando due scosse sismiche a distanza di pochi secondi una dall’altra sconvolsero, per circa 90 minuti, la Campania centrale e la Basilicata centro-settentrionale.

Danneggiò i paesi dell’Irpinia e del Vulture, come Castelnuovo di Conza, Conza della CampaniaLavianoLioni,  Sant’Angelo dei Lombardi, SenerchiaCalabritto e Santomenna.

 

 

La scossa di diffuse fino ad arrivare anche nelle zone di Napoli, Balvano e Poggioreale.

Le tre province maggiormente colpite sono state quelle di Avellino, Salerno e Potenza.

I telegiornali non parlarono subito della scossa perché le telecomunicazioni

erano state interrotte quindi non era giunta notizia. Solo il 24 a mattina, grazie a degli elicotteri, si comprese l’enorme disastro.

La scossa raggiunse un magnitudo di M 6.9, uno dei più potenti mai registrati.

 

M. G.P.

Silvia De Simone
ADMINISTRATOR
PROFILO

Articoli Correlati

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *