728 x 90

Ultimi Articoli

  • Il terremoto del 1980

    Il terremoto del 19800

    Il terremoto colpì alle 19:34:53 di domenica 23 novembre 1980: una forte scossa della durata di circa 90 secondi, con un ipocentro di circa 10 km di profondità, colpì un’area di 17.000 km² che si estendeva dall’Irpinia al Vulture, posta a cavallo delle province di Avellino, Salerno e Potenza. I comuni più duramente colpiti (X

    CONTINUA A LEGGERE
  • Intervista a mia madre

    Intervista a mia madre0

    Che cosa ricordi di quel tragico evento del   23 novembre 1980? Racconta. Ricordo che era una bellissima giornata di sole e di averne trascorso buona parte ai giardini che si trovavano proprio di fronte casa mia. Non era un giorno come tanti, ma era quello del mio dodicesimo compleanno e mia madre mi aveva

    CONTINUA A LEGGERE
  • Il sisma e le sue conseguenze0

    Dove accadde il terremoto? Quarant’anni fa ebbe luogo il terremoto dell’Irpinia, uno degli eventi sismici più gravi della storia italiana. La terra iniziò a tremare alle 19.34 del 23 novembre del 1980, quando una scossa di magnitudo 6.9 colpì un’area compresa tra Basilicata e Campania. Il sisma durò “solamente” 90 secondi ma, per chi visse

    CONTINUA A LEGGERE
  • Il sisma in Irpinia

    Il sisma in Irpinia0

    ll terremoto del 23 novembre 1980, noto come il terremoto dell’Irpinia-Basilicata fu il più forte evento sismico che ha colpito l’Italia negli ultimi 100 anni che colpì la Campania centrale e la Basilicata centro-settentrionale,, causò circa 280.000 sfollati, 8.848 feriti e, secondo le stime più attendibili, 2.914 morti. Avellino e altri piccoli comuni, come Lioni,

    CONTINUA A LEGGERE
  • Per non dimenticare

    Per non dimenticare0

      Quarantuno anni fa ebbe luogo il terremoto dell’Irpinia, uno degli eventi sismici più gravi della storia italiana. La terrà iniziò a tremare alle 19.34 del 23 novembre 1980, quando una scossa di magnitudo 6.9 colpì un’area compresa tra Basilicata e Campania. Il sisma durò “solamente” 90 secondi ma, per chi visse quella tragedia, sicuramente sembrarono

    CONTINUA A LEGGERE
  • Il sisma e l’Irpinia

    Il sisma e l’Irpinia0

    IRPINIA Il 23 novembre 1980 era una domenica di sole. «Non sembrava novembre», recita il ritornello della memoria. D’improvviso un violento sisma sconvolse le viscere dell’Appennino meridionale, attraversò il confine tra Campania, Puglia e Basilicata. Si scatenò a 30 km di profondità, tra la Sella di Conza della Campania (in provincia di Avellino), Castelnuovo di

    CONTINUA A LEGGERE
  • IL TERREMOTO DEL 1980

    IL TERREMOTO DEL 19800

    Il terremoto dell’Irpinia del 1980 fu un sisma che si verificò il 23 novembre 1980 e che colpì la Campania centrale e la Basilicata centro-settentrionale, con parte della provincia di Foggia entro il confine con le due regioni. Caratterizzato da una magnitudo di 6.9 con epicentro tra i comuni di Teora, Castelnuovo di Conza e Conza della Campania, causò

    CONTINUA A LEGGERE
  • In memoria del sisma del 1980

    In memoria del sisma del 19800

    Quarantadue anni fa ebbe luogo il terremoto dell’Irpinia, uno degli eventi sismici più gravi della storia italiana. La terrà iniziò a tremare alle 19.34 del 23 novembre 1980, quando una scossa di magnitudo 6.9 colpì un’area compresa tra Basilicata e Campania. Il sisma durò “solamente” 90 secondi ma, per chi visse quella tragedia, sicuramente sembrarono attimi

    CONTINUA A LEGGERE
  • IL TERREMOTO DEL 23 NOVEMBRE 1980

    IL TERREMOTO DEL 23 NOVEMBRE 19800

      Il 23 novembre 1980, alle ore 19.34, la terra tremò per un minuto e venti interminabili secondi. Il terribile terremoto, con epicentro in Irpinia, colpì la Basilicata e una limitata area della Puglia, di magnitudo 6.9, causò 2.570 morti, 8.848 feriti e circa 300mila sfollati. Paesi come Sant’Angelo de Lombardi, Lioni, Conza della Campania

    CONTINUA A LEGGERE
  • Per non dimenticare

    Per non dimenticare0

    Il 23 novembre del 1980, alle 19:34 di una domenica di 42 anni fa un terribile terremoto, uno dei più violenti della storia italiana, colpì l’Irpinia e una porzione della Basilicata. Pochi interminabili secondi provocarono circa 2.000 morti, 9.000 feriti e 300.000 senza tetto, distribuiti in 700 comuni. L’epicentro fu localizzato tra Teora e Conza

    CONTINUA A LEGGERE
  •  IL TERREMOTO DEL 1980

     IL TERREMOTO DEL 19800

    Il terremoto dell’Irpinia del 1980 fu un sisma che si verificò il 23 novembre 1980 e  colpì la Campania centrale e la Basilicata centro-settentrionale, con parte della  provincia di Foggia entro il confine con le due regioni. Tra le 19.35 e le 19.37 del 23  novembre di quarantadue anni fa tre scosse di terremoto con

    CONTINUA A LEGGERE
  • 23 novembre 1980

    23 novembre 19800

    Il terremoto dell’Irpinia del 1980 fu un sisma che si verificò il 23 novembre di quell’anno e colpì la Campania centrale e la Basilicata centro-settentrionale. Fu caratterizzato da una magnitudo di 6.9 con epicentro tra i comuni dell’alta Irpinia e causò circa 280.000 sfollati, 8.848 feriti e, secondo le stime più attendibili, 2.914 morti. I

    CONTINUA A LEGGERE